Giulia Larghi

Diplomata presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Como, inizia a suonare il violino all'età di 4 anni presso l’associazione culturale Baule dei Suoni di Como. Durante il suo corso di studi partecipa a masterclass sia in ambito solistico che cameristico-orchestrale con musicisti di fama internazionale, tra cui Enzo Porta, Marco Rogliano, Roland Bandini, Cristiano Rossi, Francesco Manara. Contemporaneamente approfondisce l’aspetto didattico dell’insegnamento dello strumento, partecipando a seminari e corsi di approfondimento e frequentando le masterclass del maestro Enzo Porta e della didatta ungherese Eva Szily Acsnè e i corsi di formazione “Io cresco con la musica” presso l’Accademia G. Marziali di Seveso.

 

Nel corso degli anni, parallelamente al percorso di studi classico, si appassiona alla musica popolare e al jazz, sviluppando un approccio alla musica basato sull'improvvisazione e sull'apprendimento orale, ed ha l’occasione di collaborare con varie formazioni musicali del territorio, con cui si esibisce in tutta Europa. Tra queste la formazione di hot jazz Chicago Stompers con cui partecipa a importanti festival internazionali di musica swing e jazz, tra cui Swing Crash Festival di Como (2012), Jazz Ascona 2011 (CH), Wageningen/Almelo/Gorssel Jazz 2011 (NL), Festival de Jazz Traditionnel Corsica 2011, Piacenza Jazz Fest 2011; il gruppo Briganti, con cui propone un repertorio di musiche tradizionali del Sud Italia e si esibisce in tutta la penisola e all’estero, partecipando a importanti festival come il Tarantella Power e il Festival Paleariza, entrambi in provincia di Reggio Calabria, dove nel 2006 frequenta un corso di lira calabrese con il maestro Ettore Castagna. Studia armonia jazz e improvvisazione con i maestri Maurizio Aliffi, Mario Forte, Carmelo Emanuele Patti, Paolo Botti.

Accompagna live e in studio gruppi swing, rock, pop, folk, punk, country e cantautori quali Michael Bublè, Marco Ferradini, il comico Alberto Patrucco, Bellavista, Trenincorsa, Filippo Andreani, Max Prandi. In queste occasioni condivide il palco con grandi musicisti quali Paolo Tomelleri, Rudy Migliardi, Ellade Bandini, Alfredo Ferrario, Gilberto Tarocco, Antonio Cervellino.

 

Da anni collabora come violino di fila con alcune orchestre della zona di Como, Milano e della Svizzera, quali l’Orchestra Sinfonica del Lario, diretta dal maestro Pierangelo Gelmini, l’Orchestra Antonio Vivaldi, l’Orchestra Sinfonica Università degli Studi dell’Insubria di Como, l’Orchestra Petite Societé, l’Orchestra da Camera Arrigo Galassi, l’Orchestra Sinfonica Esagramma di Milano, Castelgrande HMI Orchestra di Bellinzona.

Laureata in Lettere Moderne ad indirizzo musicale, nel 2009 amplia la tesi di laurea pubblicando il libro Il Flora: note di mandolini sulle rive del lago di Como, con cui ricostruisce attraverso ricerche d’archivio la storia e il repertorio storico dell’orchestra a plettro comasca fondata nel 1892, con la quale per alcuni anni si è esibita in qualità di mandolinista e mandoloncellista.

Nel 2005 compone la colonna sonora per il cortometraggio Castelli di sabbia di Donald Cortese, prodotto da Mooka Movie.

 

Da anni affianca alla carriera concertistica quella di insegnante di violino presso associazioni e scuole di musica del territorio, rivolgendo la propria attenzione sia ai piccolissimi che agli adulti che si avvicinano per la prima volta allo studio del violino. Accanto ad un percorso di studi classico propone lezioni di violino moderno, guidando gli allievi in un approccio alla musica basato sull’ascolto e l’improvvisazione, a cavallo tra i linguaggi del jazz, del folk e della sperimentazione.


Sono apprezzati dai colleghi nell’ambiente musicale il suo eclettismo, la sua versatilità e la sua capacità di adattarsi ai più diversi contesti.