Claudio Pietrucci

Chitarrista, compositore e arrangiatore, si avvicina alla musica all’età di 12 anni. Inizia lo studio della chitarra come autodidatta fino alla maggiore età, interessandosi prevalentemente alla musica rock. Dal 1993 al 2000 studia chitarra classica sotto la guida del Maestro Michele Manuguerra, allievo di Ruggero Chiesa. Nel 1996 frequenta i Corsi Musicali Internazionali estivi presso la città dell’Aquila organizzati dall'Associazione Musicale

Nel 2006 inizia lo studio chitarra jazz con il Maestro Sandro Di Pisa. Dal 2009 frequenta i corsi accademici del Conservatorio “G. Verdi” di Como per conseguire il diploma di “Alta formazione jazz” studiando con Roberto Cecchetto, Marco Micheli, Paolo Silvestri, Alberto Mandarini, Antonio Zambrini, Maurizio Franco, Laura Fedele, Paolo Pasqualin, Stefano Bertoli, Carlo Morena, Michelangelo Gabbrielli e Carla Magnan.
Nel 2013 si laurea a pieni voti presso il Conservatorio “G. Verdi” di Como conseguendo il Diploma Accademico di I Livello in Musica Jazz. Nel 2015 si laurea a pieni voti con lode presso il Conservatorio “G. Verdi” di Como conseguendo il Diploma Accademico di II Livello in Musica jazz.

Ha frequentato i seminari di David Liebman, Javier Girotto, Bebo Ferra, Maxx Furian, Mauro Negri, Risto Toppola, Joe Fonda, Stefano Bagnoli, Claudio Fasoli, Fulvio Albano, Nick Gotham, Paolo Angeli, Roberto Ottaviano e Andrea Dulbecco.
 
Parallelamente allo studio della chitarra, si interessa anche al mondo della liuteria frequentando i corsi propedeutici della Civica Scuola di Liuteria di Milano, grazie a questa passione scopre l'ukulele, prima dal punto di vista organologico, poi dal punto di vista musicale e didattico. Inizia quindi a suonare l'ukulele, alternandolo occasionalmente alla chitarra in diversi contesti live e in studio, dal bluegrass al folk, dal pop alla musica jazz.

Da diversi anni insegna ukulele, ritenendolo un strumento particolarmente adatto ad un utilizzo ricreativo, didattico e propedeutico che consente di sperimentare in modo elementare tutti gli aspetti della creatività musicale (melodia, armonia, ritmo, vocalità e coordinazione motoria).
Dall'esperienza di insegnamento di questi anni ha messo a punto un metodo per la didattica dell'ukulele, focalizzato sia sulla tecnica che sul repertorio, funzionale per un approccio allo strumento sia individuale che di gruppo.

Attualmente si dedica all'insegnamento e all'attività concertistica.